Crea sito

Cavo elettrico

Da TecnoLogica.

Indice

Descrizione

Il cavo elettrico è un componente degli impianti che distribuiscono e/o utilizzano l'energia elettrica, ed ha lo scopo di trasferire detta energia da un punto all'altro dell'impianto.
Esso è costituito da uno o più conduttori, comunemente chiamati fili, separati tra loro e dall'ambiente esterno da strati isolanti; il tutto rendendo il componente flessibile allo scopo di poter essere sistemato in tubi e canalizzazioni che prendono il nome di vie cavi.
I conduttori vengono realizzati con metalli aventi una ridotta resistenza elettrica, quali il rame o l'alluminio (raramente l'oro): sono a filo unico ridotti in filamenti sottili ed avvolti corde flessibili o rigide. Se il cavo è costituito un unico conduttore viene detto unipolare; diversamente, è detto genericamente multipolare. Naturalmente nei cavi multipolari i conduttori sono separati tra loro da strati isolanti. In particolare, i cavi multipolari sono prodotti in due, tre, quattro e cinque conduttori, a cui si attribuisce il nome di bipolare, tripolare, quadripolare e pentapolare rispettivamente.
Un altro elemento importante è il tipo di isolante che viene utilizzato, perché isolanti differenti trovano impiego a seconda delle caratteristiche dell'ambiente in cui vengono posati.

Cavi elettrici

Per cavi elettrici si intendono quelle linee in grado di trasportare corrente elettrica avente lo scopo di alimentare apparecchiature di diverso genere, ivi compresi gli apparecchi di illuminamento e meccanici.
La seguente tabella riporta i diversi tipi di cavo in funzione di differenti aspetti che lo caratterizzano[1].

Isolante Conduttore Tensione Comportamento Tipo di posa
materiale sigla materiale numero caratteristiche temp. max
PVC N07 V-K corda di rame elettrolitico
ricotto flessibile
1 450/750 V non propagante di incendio
non propagante fiamma
70°C sistemi chiusi o incassati
PVC N17 V-K corda di rame elettrolitico
ricotto flessibile
1÷5 600/1000 V non propagante di incendio
non propagante fiamma
contenuta emissione di gas corrosivi
70°C in aria libera
su passarelle o tubazioni
interrati direttamente
Gomma EPR FG7 OM1 corda rigida di rame rosso ricotto 1÷5 600/1000 V non propagante di incendio
non propagante fiamma
contenuta emissione di gas corrosivi
90°C n.d.
Gomma EPR FG7 OR a filo unico, corda rigida o
flessibile di rame ricotto stagnato
1÷5 600/1000 V non propagante di incendio
non propagante fiamma
contenuta emissione di gas corrosivi
elevate caratteristiche elettriche, meccaniche e termiche
70°C n.d.
Gomma elastomerica G10
FG10 OM1
RG10 OM1
a filo unico, corda rigida o
flessibile di rame ricotto stagnato
1÷5 600/1000 V non propagante di incendio
non propagante fiamma
contenuta emissione di gas corrosivi
ridottissima emissione di gas tossici e di fumi opachi in caso di incendio
85°C n.d.
Gomma elastromerica G9
N07 G9-K
corda flessibile di rame ricotto stagnato 1 450/750 V non propagante di incendio
non propagante fiamma
contenuta emissione di gas corrosivi
ridottissima emissione di gas tossici e di fumi opachi in caso di incendio
85°C ambienti a rischio incendio
Gomma EI1
H07 RN-F
corda flessibile di rame ricotto stagnato 1÷5 450/750 V non propagante fiamma 60°C servizio mobile pesante adatto anche in luoghi bagnati, per collegamenti di apparecchiature industriali e agricole, possono essere utilizzati anche per installazioni fisse
PVC T12 corda flessibile di rame rosso ricotto 3÷5 450/750 V non propagante fiamma 70°C servizio mobile e posa fissa
Mescola termoplastica FM 9 corda flessibile di rame rosso ricotto 1 450/750 V non propagante fiamma 70°C installazione fissa entro tubazioni e canali portacavi, per cablaggi interni di quadri elettrici, e dove sia fondamentale garantire la massima sicurezza alle persone

Per altri tipi di isolante, la seguente tabella riporta la compatibilità con il tipo di posa all'aperto:

Isolante Tipo di posa all'aperto
fissa mobiletemporanea
H05VV-K non idoneo non idoneo idoneo
FROR 450/750 V non idoneo non idoneo idoneo
H05RN-F e H07RN-F idoneo
non interrato
idoneo non idoneo
H05BQ-F e H07BQ-F idoneo
non interrato
idoneo non idoneo
H07RN8-F idoneo
anche interrato
idoneo non idoneo
N1VV-K idoneo
anche interrato
non idoneo non idoneo
FG7(0)R 0.6/1 kV idoneo
anche interrato
non idoneo non idoneo
FG10(0)M1 0.6/1 kV idoneo
anche interrato
non idoneo non idoneo
FTG10(0)M1 0.6/1 kV idoneo
anche interrato
non idoneo non idoneo

Dimensionamento

Il dimensionamento di un cavo elettrico dipende da una serie di fattori:

  • il tipo di conduttore utilizzato (rame o alluminio);
  • il tipo di isolante che riveste il conduttore (gomma comune, pvc, polietilene reticolato)
  • il tipo di posa del cavo (tubi, canaline, etc.)
  • il numero dei conduttori posati;
  • la temperatura di esercizio;
  • la lunghezza del cavo.

Di prassi è possibile considerare che, per lunghezze dei cavi contenute (inferiori a 100 metri) l'area della sezione del conduttore è determinata dalla portata del suo conduttore; per cavi lunghi (superiori a 100 metri) l'area è invece determinata dalla caduta di tensione, che deve essere contenuta entro il 3% nei cavi di illuminazione, nel 5% negli altri casi, ed eccezionalmente nel 10% nel caso di forza motrice alla messa in servizio di più apparecchiature elettriche.
In generale, per impianti domestici o assimilabili[2], le sezioni del conduttore (in rame) da utilizzarsi sono:

  • 4 mm2 per i conduttori che dal contatore si allacciano al quadro elettrico di sezionamento;
  • 2.5 mm2 per i conduttori dell'impianto prese e forza motrice (16 A);
  • 1.5 mm2 per i conduttori dell'impianto di illuminamento (10 A).

In caso di ambiguità o difformità dalle condizioni standard sarà necessario procedere al dimensionamento analitico della sezione del conduttore.
Con queste sezioni, è possibile realizzare un impianto avente i seguenti valori limite:

Sez.
mm2
Tensione
V
Intensità
A
Potenza
W
Conduttori
Cad. tens.
%
Lungh. max
m
4.0 220 17.7 3500 12 3% 36
2.5 220 16 3168 6 5% 42
1.5 220 10 1980 9 3% 24

Voci correlate

Note

  1. Estratta dal Prezzario delle Opere edili della Regione Campania 2010, tomo II
  2. Per questi impianti valgono le seguenti condizioni:
    • impianto sotto traccia in tubazioni, con un numero massimo di 5/6 cavi monofase (o un numero di conduttori equivalenti per cavi bifase);
    • cavi con conduttori in rame e rivestimento in PVC;
    • temperature di esercizio intorno ai 30°C
    • tensione di 220 V e potenza massima di 3500 W
    • portata nominale di 10 A per l'impianto di illuminamento e di 16 A per quello prese e forza motrice.
La consultazione di TecnoLogica è preordinata alla lettura delle avvertenze

Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.
Il progetto è opera di Luca Buoninconti © 2011-2013.

Strumenti personali